RESTAURO APE CAR BRESSO

PER AVERE MAGGIORI INFORMAZIONI
SUL RESTAURO APE CAR BRESSO

CHIAMACI AL SEGUENTE NUMERO DI CELLULARE

+39 3282551478

OPPURE
CLICCA SUL NOSTRO LOGO QUI SOTTO

SE PREFERISCI COMPILA IL FORUM QUI SOTTO
E TI CONTATTEREMO IL PRIMA POSSIBILE

RESTAURO APE CAR

Langella Group di Antonio Langella oltre che di noleggio , si occupa anche di RESTAURO APE CAR e mezzi vintage.La passione nata dal padre Crescenzo, ha portato la famiglia Langella ad una sempre più importante conoscenza di questi mezzi a tre ruote.

La Nostra passione ed entusiasmo ci hanno portato ad allargare il RESTAURO APE CAR anche verso tutto ciò che è vintage: dalle biciclette ai motocarri e mini car fino al motociclo di grossa ciclindrata.

Sempre Vintage !

L’acquisto, la vendita ma soprattutto il RESTAURO APE CAR è sempre di più in espansione in Italia ma anche nel resto del mondo .Sopratutto nei paesi asiatici.

Vantiamo un parco macchine di 70 veicoli di vario genere. Gran parte dei mezzi vintage a noleggio costituiscono la nostra collezione personale, costantemente revisionata.

Il nostro staff del RESTAURO APE CAR garantisce ai clienti un servizio attento e costante dalla fase di preventivo iniziale e durante tutta la durata del restauro di un mezzo: sempre reperibili 24 ore su 24 per consulenza, logistica e assistenza.

Un po’ di storia

L’ape car nacque nel 1948, in un’Italia ancora stremata dalla guerra. La carenza di mezzi di trasporto era evidente, ma molti non potevano permettersi l’acquisto di un mezzo a quattro ruote.
Alla Piaggio venne l’idea di costruire un veicolo commerciale su tre ruote: un motofurgone derivato da uno scooter. Il primo modello fu costruito a partire dalla Vespa.
Le prime due serie erano quasi una Vespa a due ruote attaccata ad un rimorchio. In alcuni prospetti di vendita e in taluni mercati venne infatti pubblicizzato come VespaCar o TriVespa. Costava 170.000 lire.

Oggi l’Ape è costruito anche in India su licenza.

Uno dei suoi utilizzi più caratteristici, nella versione “Ape Calessino”, è quello di risciò motorizzato o di Tuk-tuk, mezzi di trasporto pubblico ormai desueti in Italia, ma ancora molto diffusi nel sud est asiatico.